:D Chi segue le mie gesta :D

31 maggio 2010

Sono sconvolta...

Ieri pomeriggio, passeggiando sul lungomare con Francesco, abbiamo sentito due ragazzini (di diciamo 15 anni) parlare insieme mentre digitavano diabolicamente parole al telefonino...ecco la frase che ci ha sconvolto.... Vi prego non svenite...

MA 'LADRO' SI SCRIVE CON LA D O CON LA T?!

8 commenti:

  1. Non ci posso creTere!!!! ha ha ha

    RispondiElimina
  2. Ti sconvolgi per così poco! Io potrei scriverci un libro (comico...o tragico a seconda dei punti di vista) con tutte le "nefandezze" che sento proferire ai miei alunni di scuola media!!! Il lessico che usano i ragazzini di oggi è ormai ridotto ai minimi termini e la nostra povera lingua viene bistrattata e vilipesa, nella sua forma orale e, ancor peggio, in quella scritta. Per non parlare dell'abitudine al turpiloquio, ormai diffusa e dilagante fin dalla più tenera età.
    D'altra parte ormai perfino la televisione, che in passato ha permesso l'unificazione linguistica dell'Italia, offre modelli scadenti o del tutto errati. Perfino per gente "di cultura" il congiuntivo è ormai morto e sepolto...e pace all'anima sua. Che bell'evoluzione!!!
    Mi consola il fatto che ci siano ancora persone come te che ancora rabbrividiscono sentendo certi "orrori"!!!
    Ti abbraccio,
    Rosa

    RispondiElimina
  3. il mio compagno delle medie ad esempio diceva e scriveva "abbiamo maggiato la pasta" e anche io con mia madre insegnante alle elementari ne ho sentite di cotte e di crude...è vero... :-O

    RispondiElimina
  4. OTTIO!!!! Fortuna che mio figlio quindicenne parla decentemente e ne è fiero!!!!
    Ciao
    Margherita

    RispondiElimina
  5. Purtroppo Rosa ha ragione, con modelli scadenti è quasi impossibile riuscire ad avere un linguaggio decente.

    Però non farei di un'erba un fascio, in quanto, a volte, dietro alle confusioni d/t potrebbero esserci anche delle difficoltà come la dislessia o di riconoscimento dei suoni.

    RispondiElimina
  6. Non potete capire come ci tengo! Sono un po' maniacale, lo ammetto, però anche gli sms hanno contribuito moltissimo allo sfascio! Avviso a tutti i terresti: l'accento e l'apostrofo non sono la stessa cosa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ARGGGGGG!!!

    RispondiElimina
  7. E' la prima volta che passo da te e non ho saputo resistere alla tentazione di dire la mia. E' una vera pena sentir maltrattare la nostra bella lingua. Quando mia figlia era alle elementari l'insegnante di matematica non correggeva gli errori di ortografia nei problemi perché "l'importante è che abbia capito il problema e lo sappia risolvere", sì ma se poi mi scrive "la mamma a comprato" e via discorrendo mi aiuta poco sapere che sa almeno risolvere il problema...
    Scusa lo sfogo, ma quando ci vuole...
    Elena

    RispondiElimina